Bob e io – Capitolo 13

Shemale

Bob e io – Capitolo 13
Capitolo 13

Parcheggiamo davanti alla casa di Bob nel momento in cui sua mamma e la sorellina stavano andandosene. Bob uscì dalla macchina, andò a chiedere a sua mamma se Chris ed io potevamo rimanere quella notte e lei disse di sì. Stava portando la sorellina di Bob da sua nonna e poi sarebbe andata a lavorare. Mi dispiaceva che lei dovesse fare un doppio turno ma così potevamo avere la casa tutta per noi per la notte. Mentre la mamma di Bob se ne andava Chris arrivò in bicicletta.
“Ciao Chris!” Dicemmo insieme.
“Ciao ragazzi!” Rispose.

“Confermato, ragazzi!” Disse Bob: “Mia mamma ha un doppio turno di lavoro, così abbiamo tutta la casa per noi”
“Figo!” Disse Chris mentre andavamo verso la casa: “Dove posso parcheggiare la bicicletta?”
“Uh, nel box, quella porta.” E Bob indicò un ingresso laterale.
Noi due rimanemmo ad aspettare davanti alla porta anteriore mentre Chris sistemava la bicicletta, poi entrammo tutti insieme. Ci fermammo in mezzo alla silenziosi, guardandoci l’un l’altro. Alla fine Bob ruppe il silenzio: “Per iniziare penso che dovremmo liberarci di questi vestiti, non ne abbiamo bisogno.” “Buon idea!” Approvai cominciando ad alzar la maglietta sopra la testa. “Lascia che ti aiuti.” Disse Chris, pigiò le mani contro il mio torace e strinse leggermente i miei pettorali mentre Bob mi baciava il collo. Chris fece scivolare le mani scendendo dal torace allo stomaco, applicò una leggera pressione continuando a scendere alla cintura. Ci fece scivolare dentro le dita. Tento di arrivare al mio pube ma i miei jeans erano troppo stretti. Nel frattempo Bob mi stava baciando la schiena spedendomi brividi lungo la spina dorsale. Chris aprì il primo bottone dei miei Levi. Sentii il mio cazzo sorgere quando allargò la mia patta sbottonando tutti gli altri bottoni in una volta. Si infilò nei jeans per toccarmi: “Hmm, cosa abbiamo qui?” Disse strofinando il mio uccello attraverso gli slip blu di seta che indossavo: “Dove li hai comprati?” Chiese. “Nel negozio sportivo, e dove se no?” Risposi sarcasticamente. “Mmm, belli.” Disse lui spingendomi i jeans oltre le anche e lasciandoli precipitare alle mie caviglie.
Mentre uscivo dai pantaloni, Chris fece correre la lingua giù per il mio torace fino all’elastico delle mie mutande. Bob da dietro baciava il mio collo, fece scivolare le braccia sotto le mie e cominciò a strofinare e carezzare il mio torace. Chris mise la bocca intorno al mio pene e cominciò a succhiarmi attraverso gli slip. Non ricordo se stessi lamentandomi, so solo che mi sentivo meravigliosamente. Mentre Chris continuava il suo lavoro sul mio inguine, Bob cominciò togliersi la camicia. Io allungai indietro le mani per aiutarlo. Chris stava succhiando mio liquido pre seminale attraverso gli slip mentre Bob si apriva i pantaloni e se li toglieva. Io cominciai a tirare su la maglietta di Chris e lui smise il suo lavoro di bocca solo per il tempo sufficiente per togliergliela. Bob avvolse da dietro le braccia intorno a me e mi tirò vicino a sé. Sentivo il suo cazzo scivolare lungo la fessura del mio sedere mentre Chris mi succhiava le palle attraverso la seta degli slip. “Oh Rob, come mi piace la sensazione dei tuoi slip di seta sul mio uccello!” Disse Bob che faceva scivolare la verga su e giù nella fessura del mio culo. “Mmm” Era tutto quello che riuscivo a dire. Ero troppo eccitato da Chris che me lo lavorava attraverso gli slip e da Bob che mi stringeva e mi “fotteva” la fessura del sedere. Sentivo che le ginocchia cominciavano a cedere, ma Bob mi sosteneva da dietro mentre si strusciava dentro di me.
Chris mi tirò giù gli slip coi denti e li trascinò ai miei piedi, io ne uscii. Poi prese le mie palle nella sua bocca succhiandole delicatamente. Sentivo la pre eiaculazione colare dalla mia cappella. Bob continuò a far scivolare il suo membro caldo su e giù fra le mie natiche. Chris mise le labbra intorno alla mia cappella succhiandone fuori il liquido pre seminale. “Mmm!” ho gemuto quando prese tutto il mio cazzo nella sua calda bocca. Cominciò a succhiarmi con energia mentre faceva rotolare la lingua intorno all’uccello in un modo che non pensavo fosse possibile. Quel ragazzo era un vero professionista succhiacazzi ed avrei potuto venire immediatamente nella sua bocca. “Bob” Dissi quasi piangendo per il magnifico pompino che mi stavano facendo: “Prendi il lubrificante.”
Lui corse via mentre Chris continuava a fare le sue magie sul mio cazzo, in qualche modo riuscii a resistere finché non ritornò con una flacone di Wet. “Lubrifica me e il tuo cazzo duro.” Dissi. Sentii il liquido freddo nella fessura del mio sedere, poi Bob disse: “Ok, io sono lubrificato. “Sdraiati, amore.” Gli dissi. Bob si sdraiò sulla schiena dietro di me. Chris smise momentaneamente la sua magia ed io mi sedetti sul cazzo di Bob con la schiena versi di lui. Lentamente mi abbassai prendendo i suoi diciotto centimetri dentro di me. Oh Dio, che bello! Sentivo il suo cazzo caldo spingere contro la mia prostata. Poi Chris riprese a succhiarmi l’uccello mentre io scivolavo su e giù sulla carne di Bob. “Oh sì Rob! Che bello!” Gridò Bob in estasi mentre io prendevo il ritmo. Chris continuò a succhiare il mio cazzo mentre io salivo e scendevo su quello del mio amore. Andai sempre più velocemente e Chris teneva il mio ritmo con la sua bocca.
Dopo qualche minuto sentii il mio orgasmo crescere dentro di me: “Sto… sto… sto… v… v… veeenendooo!” Gridai mentre cominciavo a pompare il mio carico nella bocca di Chris. Sgroppavo come un puledro selvatico per le sensazioni intense che stavano attraversandomi il corpo. Poi tutto divenne e tutto ciò che potevo vedere erano stelle e colori che esplodevano davanti ai miei occhi. Era come avere uno spettacolo di fuochi d’artificio personale. Era come se tutto il mio corpo stesse avendo un orgasmo. Era come se stessi perdendo il completo controllo di me, ma ero anche consapevole di ciò che mi circondava. Mentre io sgroppavo selvaggiamente, sentivo in sottofondo Bob lamentarsi e gemere ed il suo caldo carico sparato nei miei intestini. Altre stelle e colori apparvero davanti ai miei occhi mentre sparavo altri due fiotti nella bocca di Chris. Sentii l’ultimo fiotto del carico di Bob entrare lentamente nel mio sedere mentre mi tornava la vista. Dapprima vidi solo una nebbia, ed ero fottutamente confuso. Riuscivo a muovermi a malapena e tutto il mio corpo formicolava. Ero intirizzito e tutto ciò che riuscii a fare fu rotolare su di un fianco sul pavimento mentre il cazzo ancora duro di Bob scivolava fuori dal mio culo e rimanere sdraiato ridendo. “Cosa c’è di così divertente?” Chiese Bob. Io non riuscivo a parlare, tanto intenso era il piacere sessuale che continuava a colpirmi. Quello era di gran lunga l’orgasmo più intenso che avessi mai provato e da allora non ne ho mai più provato uno così.
Quando mi ripresi Bob era ancora sdraiato sulla schiena e Chris era sopra di lui col pene duro che gli penetrava la bocca. Bob alzò la testa e prese in bocca la carne dell’altro. Mentre Chris fotteva la faccia di Bob, io mi misi dietro di lui e cominciai a leccargli il sedere. Vi spinsi dentro la lingua ogni volta che lui spingeva verso di me. Chris si lamentava in estasi. Notai che Bob era duro come una pietra, così smisi di succhiare il sedere, e lubrificai il cazzo di Bob ed il culo di Chris che poi si abbassò sopra il cazzo pulsante e cominciò a rimbalzarci sopra. Mi spostai a gambe divaricate su Bob e cominciai a succhiare il cazzo di Chris mentre Bob leccava la mia fessura. Sentii l’uccello diventarmi immediatamente duro. Mentre succhiavo Chris a più non posso, mi alzai leggermente per permettere a Bob di succhiarmi il cazzo. Pochi minuti e Chris cominciò a lamentarsi selvaggiamente e cominciò a cavalcare Bob più selvaggiamente. Era difficile tenere il suo ritmo e sparò la prima ondata nella mia bocca. Mentre lui veniva sentii Bob lamentarsi e capii che anche stava eiaculando. Bob stringeva con forza con la bocca la mia cappella mentre riempiva gli intestini di Chris col suo succo d’amore. Chris stava ancora sparando il suo carico nella mia bocca quando sparai il mio secondo carico della serata, questa volta nella bocca di Bob. Era incredibile! Eravamo venuti tutti e tre contemporaneamente!
Noi tre facemmo l’amore altre due volte quella serale. Non perdemmo neppure tempo per cenare. Credo che tutto lo sperma che avevamo mangiato quella sera ci aveva riempiti abbastanza.

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir